A Roma nessuna paura, ma i commercianti temono calo di turisti

"La vedo un po' come un'influenza e per me, per esempio, che sono studentessa qui, non ho più paura di quanta ne avrei se studiassi in Spagna, il coronavirus non è più di un'influenza"