Aifa: in arrivo pillole anticovid,riducono del 50% da forme gravi

Per la dottoressa Popoli, si tratta di "due opzioni promettenti, potenzialmente utili, che non rappresentano un'alternativa al vaccino. La prima arma è sempre il vaccino, ma se - nonostante il vaccino - si dovesse verificare l'infezione, con questi farmaci potremmo ridurre aggravamenti e morti".