Caos 5 stelle, Grillo: "Io non sono il padre padrone del Movimento, io sono il papà"

(LaPresse) Beppe Grillo torna sul duro botta e risposta con l'ex premier Giuseppe Conte che ha provocato un terremoto nel Movimento 5 Stelle. "Vorrei spiegarmi, perche' sento delle dichiarazioni che mi fanno anche male perché forse non le merito", inizia così il video messaggio che il fondatore pentastellato ha diffuso sui Social. Grillo ha affrontato il nodo dello statuto presentato da Conte. "Mi è arrivata la famosa bozza (dello statuto ndr), ed era una roba che metteva al centro lui. Forse aveva frainteso. Se hai tutto in mano di fai male da solo". "La carta dei valori non l'ho mai vista, del codice etico non ne abbiamo mai parlato, la transizione 2050 forse se l'era dimenticata nello statuto - ha continuato l'ex comico - Io ho agito come dovevo agire, con il mio cuore, la mia anima e la mia intelligenza. Io non sono il padre padrone del Movimento, io sono il papà e ho fatto cose straordinare che non rinnego". Poi la conclusione: "Forse lui non è la persona più adatta per quello che serve oggi al Movimento. Stiamo uniti se possiamo e se poi qualcuno vorrà fare una scelta diversa, la farà secondo coscienza". DISTRIBUTION FREE OF CHARGE - NOT FOR SALE