Coronavirus, De Donno (Mantova): speranza dal plasma dei guariti

"Per quanto riguarda il percorso da fare adessso - ha concluso De Donno al Senato - è avere la maggior quantità di plasma, perché non sappiamo questo virus cosa ci farà. Ogni volta che ci illudiamo questo virus ci frega, non lo conosciamo se non da 3 mesi, appena abbassiamo la guardia ci pugnala alle spalle. Quando sento virologi che dicono che ha perso virulenza chiedo quale parametro utilizziamo per dire che questo virus ha perso potenza aggressiva, io nella mia terapia intensiva continuo ad avere giovani che si ammalano di gravissime insufficienze respiratorie".