Covid-19, come un matrimonio Usa è diventato focolaio: 177 casi

Al matrimonio il 7 agosto hanno partecipato 65 persone, contravvenendo fra l'altro al limite ufficiale per gli eventi che è un massimo di 50. Immediatamente dopo le nozze, 24 persone sono risultate positive al coronavirus. Fra di loro una guardia carceraria che ha diffuso il contagio in una prigione, ben 80 casi, a 370 km da lì. Altri 39 casi sono stati rilevati in una casa di riposo a quasi 200 km. Qui sono morte sei delle sette vittime. Nessuna di loro aveva partecipato direttamente al matrimonio.