Edoardo Pesce si trasforma in Sordi e ne svela il lato nascosto

Il regista spiega: "Questo film racconta la grande determinazione di un uomo che aveva già deciso da bambino che avrebbe fatto l'attore e che non si è fermato di fronte a nulla, come un po' un suo personaggio, il dentone: solo contro tutti che alla fine riesce ad arrivare dove voleva andare". Manfredi conosceva bene Sordi, amico e collega di suo padre Nino. "Ad un pranzo a casa nostra, dove eravamo tutti presenti noi figli, e loro dopo pranzo si dovevano mettere a lavorare sulla sceneggiatura del film di Scola, Alberto ci guardò e disse: 'A Nì, ammazza che bella famiglia che c'hai'. E mio padre scherzando gli disse: 'Albè, ma tu quando te la fai una famiglia, quando te sposi?', e lui rispose la mitica frase: 'E che me metto un'estranea dentro casa?'.