Governo, Conte: "non siamo insensibili" e ricorda Soumaila Sacko

Roma, (askanews) - Il presidente del Consiglio Giuseppe Conte ha concluso il pezzo del suo discorso dedicando alle politiche sulla migrazione ricordando "la tragica vicenda occorsa giorni orsono: Sacko Soumaila è stato ucciso con un colpo di fucile, era uno dei mille braccianti che tutti i giorni si recano al lavoro in condizioni sotto la soglia della dignità. A lui e ai suoi familiari dobbiamo tutti un commosso pensiero".