IIT, Metta: tra prossime sfide progetto su genetica e informatica

"Stiamo potenziando aspetti che riguardano l'Intelligenza Artificiale, sia le applicazioni nel campo della salute sia nel campo della robotica. Un mix - spiega Metta, noto come il "padre" del robot umanoide ICub - dove troviamo sia l'hardware sia il software nella forma dell'intelligenza che vorremmo potenziare nei prossimi anni. Poi ci sono aspetti interessantissimi come la neuroscienza di sistema: la capacità di analizzare il cervello e di tradurlo in modelli matematici e da questi derivare gli algoritmi di Intelligenza Artificiale. Questo per capire sia quando il cervello funziona e come, sia quando c'è una patologia, quindi poter analizzare meglio i problemi dell'essere umano. Abbiamo poi un programma importante - conclude Metta - che combina genetica e informatica: trovare dove sono i problemi nel nostro genoma e capire quelli legati a patologie. Questa è una linea partita un paio di anni fa, che sta andando molto bene e crediamo che si potenzierà nel prossimo futuro".