Il futuro dei fondi sanitari integrativi passa anche per il web

"Questo settore non è mai stato attraversato dall'innovazione tecnologica del web. Sappiamo che laddove la rete è intervenutaha portato dei benefici economici e di trasparenza. Vis vuole essere semplicemente una piattaforma come può essere Amazon, che però non è presente nel settore sanità. Noi vogliamo coprire questo vuoto per permettere a chi vuole usufruire a livello privato di prestazioni sanitarie per le quali non può accedere al pubblico, di poterlo fare a condizioni economiche vantaggiose, di beneficiare degli sconti e dall'altro lato poter usufruire della trasparenza che si trova tipicamente nelle recensioni, pensiamo a Booking". In sintensi, l'offerta di fondi sanitari online.