Libia, Serraj e Haftar a Mosca: cercasi tregua disperatamente

Oggi sul Messaggero si parlava di un decreto per aumentare il contingente italiano in Libia. Una missione di peacekeeping europea in Libia "non è da escludere", hanno affermato in seguito fonti europee, ma "per il momento non è realistica", perché è "troppo presto". Il prossimo passo deve essere un nuovo progresso positivo nel processo di Berlino, dove il capo della diplomazia russa Sergey Lavrov ha già più volte ribadito: ci dovrà essere la rappresentanza più inclusiva possibile.