Marò, la giurisdizione è dell'Italia

ll Tribunale arbitrale internazionale ha dato ragione all'Italia sul caso dei due marò riconoscendo "l'immunità" dei fucilieri di marina Massimiliano Latorre e Salvatore Girone per i fatti del febbraio 2012. Per i giudici i militari erano rappresentanti dello Stato italiano, impegnati nell'esercizio delle loro funzioni.Roma però dovrà risarcire Nuova Delhi per l'uccisione dei due pescatori, scambiati per pirati in un'operazione al largo del Kerala. "L'Italia naturalmente rispetterà quanto stabilito dal Tribunale arbitrale, con spirito di collaborazione - dice il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio -. Oggi si mette un punto definitivo a una lunga agonia. Un abbraccio ai nostri due marò e alle loro famiglie".