Migranti, Salvini: “Non siamo dame di compagnia di Macron”

"Non siamo dame di compagnia di Macron che con 3 o 4 giorni di anticipo convoca tutti i ministri a Parigi su un suo documento e prevede che gli sbarchi son solo in Italia. Ma chi sei? Non siamo mica tuoi dipendenti o camerieri". Così Matteo Salvini parlando con i giornalisti fuori palazzo Chigi. "Siamo andati alla riunione ufficiale a Helsinki, se poi Macron si alza la mattina e decide che è il nuovo Napoleone se la canta e se la suona da sola".