Naufragio a Lampedusa: la Guardia Costiera salva i superstiti

(LaPresse) Le urla e i lamenti dei migranti in mare e le voci dei soccorritori nel buio della notte. La Guardia Costiera di Lampedusa ha diffuso le immagini del salvataggio delle vittime di un naufragio avvenuto al largo dell'isola siciliana nelle prime ore di mercoledì 30 giugno. Il video è stato ripreso dalla telecamera indossata da un soccorritore marittimo della Guardia Costiera. I 46 superstiti sono 29 uomini e 17 donne, tutti di provenienza subsahariana. Le vittime accertate sono sette, ancora in corso le ricerche di eventuali dispersi. L'allarme era stato lanciato, con un telefono GSM, da un migrante presente a bordo del barchino in difficoltà. Subito prima dell’inizio delle fasi del soccorso, l'imbarcazione si è capovolta, verosimilmente a causa dello spostamento improvviso dei migranti, dovuto all’elevato numero di persone a bordo e alle ridotte dimensioni del mezzo, di appena 8 metri.