Pedopornografia, perquisizioni e arresti in 15 regioni italiane

(LaPresse) Smascherata una rete di pedofili che usava una nota piattaforma di messaggistica per scambiarsi materiale pedopornografico. Decine di perquisizioni e arresti in 15 regioni italiane. Una maxioperazione alla quale hanno partecipato oltre 200 investigatori del Centro Nazionale di Contrasto alla Pedopornografia Online e del Compartimento Polizia Postale e delle Comunicazioni di Torino. Ingente il quantitativo di file sequestrati, contenenti immagini di abusi su minori, dove le vittime erano anche neonati.