Ratzinger: "Celibato sacerdoti indispensabile. Non posso tacere"

"Io credo che il celibato abbia un grande significato ed è indispensabile perché il nostro cammino verso Dio possa restare il fondamento della nostra vita", scrive Benedetto XVI. Una dura presa di posizione che arriva a pochi mesi dal Sinodo sull'Amazzonia dell'ottobre scorso e che ha visto numerosi padri sinodali chiedere al Papa in carica, nel documento finale, di introdurre - per la regione amazzonica - l'ordinazione sacerdotale di diaconi permanenti. Ora l'ultima parola spetta a Papa Francesco che pubblicherà - nelle prossime settimane - l'esortazione apostolica post-sinodale, dove pronuncerà la sua conclusione in materia. Papa Francesco era intervenuto sul tema del celibato sacerdotale già altre volte. L'ultima, a gennaio dello scorso anno, in cui aveva citato Paolo VI: "Preferisco dare la vita prima di cambiare la legge del celibato. Personalmente - aveva sottolineato Bergoglio - penso che il celibato sia un dono per la Chiesa e non sono d'accordo a permettere il celibato opzionale. Soltanto rimarrebbe qualche possibilità nei posti lontanissimi, penso alle isole del Pacifico, ma è qualcosa da pensare". Come a dire, una posizione sicuramente più sfumata rispetto a quella di una chiusura netta sottolineata da Ratzinger.