Salute, Boldi: "Un Piano Nazionale per malattie cardiovascolari"

Le malattie cardio-cerebrovascolari continuano a rappresentare nel nostro Paese la prima causa di morte (responsabili del 31% dei decessi complessivi nel Paese), la prima causa di ricovero ospedaliero e la seconda causa di DALY, confermandosi tra le principali cause di invalidità; anche il burden economico associato a queste patologie è estremamente rilevante: i costi diretti sanitari sono stati stimati in circa 16 miliardi di euro a cui si aggiungono oltre 5 miliardi di euro di costi indiretti (perdita di produttività). In questi mesi di pandemia da COVID-19 è stato anche dimostrato come il COVID-19 non solo acuisca problematiche cardio-cerebrovascolari già esistenti ma può anche creare complicanze acute di tipo infiammatorio, aritmico e trombotico.