Timelapse: gli studi sulla luce della Sagrestia Nuova a Firenze

L'opera di nuova illuminazione è frutto della stessa squadra che ha lavorato attorno al Mosè di Michelangelo a San Pietro in Vincoli a Roma, sempre con Lottomatica, storicamente impegnata nella valorizzazione del patrimonio artistico italiano; lo storico dell'arte e restauratore Antonio Forcellino e il maestro delle luci Mario Nanni hanno collaborato a Firenze con la dottoressa Monica Bietti, responsabile del Museo delle Cappelle Medicee, e di Maria Cristina Valenti, responsabile tecnico dei Musei del Bargello, diretti da Paola D'Agostino. La nuova illuminazione vuole ricreare le condizioni luminose vicine a quelle che Michelangelo aveva studiato progettando la Sagrestia.