Vampyr

Seducente ed affascinante proprio come la figura a cui si ispira, Vampyr si conferma all’altezza delle aspettative. Originale e denso sul piano contenutistico, l’ultima opera del team francese soffre purtroppo di alcune incertezze: se si esclude una direzione artistica da applausi ed una serie di sottotrame ben elaborate, nel complesso non mancano saltuari cedimenti qualitativi dal punto di vista della resa grafica e del racconto. Supportato da un combat system e da uno sviluppo del personaggio solidi ma non esaltanti, Vampyr mostra comunque a chiare lettere tutto il talento dei ragazzi di Dontnod, nelle cui vene pulsa un sangue ricco di creatività.